Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un uomo d'affari tedesco di 58 anni è stato condannato a 7 anni di carcere dal Tribunale criminale di Lucerna per operazioni commerciali fraudolente. Ha truffato centinaia di investitori in Europa che pensavano di piazzare denaro nel commercio dei metalli preziosi.

La vicenda, che risale al periodo 2005-2010, è uno dei maggiori casi giudiziari per le autorità lucernesi, con un migliaio di persone truffate e una cifra di almeno 10 milioni di franchi.

Stando alla sentenza resa nota oggi, l'uomo - già condannato nel 1996 in Germania a cinque anni per truffa - è stato ritenuto colpevole di ripetuta truffa per mestiere, falsità in documenti, riciclaggio di denaro e amministrazione infedele. Ha già trascorso in carcere preventivo 3 anni e mezzo. Condannato inoltre a una pena pecuniaria, con la condizionale, di 18 mila franchi e al pagamento delle spese processuali per 280 mila franchi, oltre al divieto per cinque anni di esercitare nel settore della finanza.

Ma non finisce qui, poiché è già stato annunciato il ricorso in appello.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS