Novartis potrebbe essere chiamata a pagare fino a 3,5 miliardi di dollari quale risarcimento danni in relazione a denunce civili per tangenti.

È quanto emerge da documenti inviati dal governo americano al tribunale federale di Manhattan, ha scritto l'agenzia Reuters in una nota stasera.

Secondo i documenti, Novartis avrebbe versato tangenti ("kickbacks") a medici per far prescrivere farmaci presi a carico dal sistema sanitario americano. Si tratterebbe in particolare dei medicamenti Myfortic ed Exjade. Già a inizio 2013 Novartis aveva dovuto far fronte a una denuncia per tangenti.

Novartis contesta le accuse e si difenderà, ha precisato Reuters, citando un portavoce del gruppo basilese. Il processo dovrebbe iniziare il 2 novembre e potrebbe durare settimane. Spesso le autorità americane tentano di regolare questo genere di vicende in via amichevole prima dell'inizio del processo.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.