Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il gruppo farmaceutico basilese Novartis ha generato lo scorso anno un utile netto di 9,6 miliardi di dollari, in crescita del 4% rispetto al 2011. Il fatturato è invece calato del 3% a 56,7 miliardi.

Sul piano operativo il risultato è salito del 5% a 11,5 miliardi di dollari. I rischi monetari hanno influito sulla crescita nella misura di tre punti percentuali: il dollaro si è infatti rafforzato sulla maggior parte delle altre valute, secondo quanto si legge in una nota.

Pharma, la divisione più importante della multinazionale, ha accusato una riduzione delle vendite dell'1% a 32,2 miliardi di dollari. In flessione, dell'8% a 8,7 miliardi di dollari, anche l'unità attiva nei farmaci generici. Alcon, la società specializzata nei prodotti oftalmici rilevata da Nestlé per circa 52 miliardi di dollari, ha invece messo a segno una progressione del 3% a 10,2 miliardi.

È stato intanto comunicato che il presidente del consiglio di amministrazione Daniel Vasella non solleciterà un nuovo mandato in occasione della prossima assemblea generale. Alla sua successione è stato designato Jörg Reinhardt, che dal primo agosto del 2013 assumerà la carica di presidente non esecutivo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS