Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Redditività in calo per il gigante farmaceutico Novartis, che nel secondo trimestre dell'anno ha realizzato sulle attività proseguite utili in flessione del 32%, a 1,86 miliardi di dollari.

Gran parte del calo è da addebitare a effetti monetari: sulla performance di Novartis ha pesato in particolare il rafforzamento del dollaro. Il fatturato si è contratto del 5% a 12,69 miliardi di dollari, ma a cambi costanti risulta una progressione del 6%.

In valuta locale gli utili netti evidenziano un calo del 18% e il risultato operativo una flessione del 14%. La performance si situa leggermente al di sotto del consensus dell'agenzia finanziaria awp.

I dati relativi al primo semestre indicano una diminuzione degli utili del 20% su base annua, a 4,2 miliardi di dollari, su un fatturato in discesa del 6% a 24,6 miliardi di dollari. A tassi di cambio costanti le vendite sono progredite del 4%.

Per l'esercizio in corso la direzione ha confermato i propri obiettivi.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS