Navigation

Nozze in vista fra Beatrice di York ed Edoardo Mapelli Mozzi

I genitori e la casa reale britannica hanno annunciato oggi la formalizzazione del fidanzamento tra la principessa Beatrice ed Edoardo Mapelli Mozzi. Keystone/AP Buckingham Palace/PRINCESS EUGENIE sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 26 settembre 2019 - 13:56
(Keystone-ATS)

Nozze in vista per la principessa Beatrice di York, figlia primogenita di Andrea e Sarah Ferguson e nipote della regina Elisabetta II. I genitori e la casa reale britannica hanno annunciato oggi la formalizzazione del suo fidanzamento con Edoardo Mapelli Mozzi

Il legame fra i due - 31 anni lei, 34 lui - era noto da diversi mesi. Erano stati visti insieme in pubblico per la prima volta nel novembre 2018.

L'annuncio del fidanzamento ufficiale arriva esattamente un anno dopo il matrimonio della sorella minore di Beatrice, Eugenie, sposatasi nel Castello di Windsor alla presenza, fra gli altri, di Elisabetta II, pochi mesi dopo il sì del cugino Harry a Meghan Markle.

Ma coincide anche con un periodo difficile per il padre Andrea, che si è riavvicinato a quanto pare a "Fergie", a molti anni dal divorzio, e tuttavia toccato dallo scandalo degli abusi sessuali imputati al miliardario americano Jeffrey Epstein (recentemente suicida in carcere).

Edoardo, immobiliarista milionario londinese, è figlio del conte Alessandro "Alex" Mapelli Mozzi - origini italiane ma passaporto britannico, in gioventù olimpionico di sci con i colori del Regno Unito - e dell'inglese Nikki Shale, già nota "socialite" dei club londinesi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.