Navigation

Nucleare: Cina, 'piccoli progressi' tra Usa e Nord Corea

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 febbraio 2012 - 11:32
(Keystone-ATS)

Nel primo incontro tra rappresentanti degli Usa e della Corea del Nord dall'ascesa al potere del giovane Kim Jong-un si è registrato "qualche piccolo progresso". Lo ha affermato oggi a Pechino il diplomatico americano Glyn Davies dopo due giorni di colloqui tra le due delegazioni sul programma nucleare di Pyongyang.

"Ma non userei la parola 'svolta'...vorrei che non la usasse nessuno...per far avanzare la diplomazia a volte non c'è bisogno del dramma...a volte c' è bisogno di un progresso graduale", ha sostenuto il negoziatore americano. "Credo che abbiamo fatto qualche piccolo progresso...ora dobbiamo valutarlo con attenzione", ha proseguito.

Davies ha sottlineato che la posizione della Corea del Nord "non è cambiata" da quando era al potere il padre dell' attuale leader, Kim Jong-il, deceduto in dicembre. Il diplomatico ha aggiunto che la delegazione nordcoreana era composta "dagli stessi uomini e dalle stesse donne" che hanno condotto le precedenti tornate di negoziati.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?