Navigation

Nucleare: Corea Nord, subito dialogo a sei se tolte sanzioni

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 gennaio 2010 - 07:26
(Keystone-ATS)

TOKYO - La Corea del Nord chiede la revoca immediata delle sanzioni e si dice pronta a riprendere subito il tavolo a Sei sul processo di denuclearizzazione.
Lo afferma l'ambasciatore nordcoreano in Cina, Choe Jin-su, nel corso di un incontro con la stampa a Pechino, secondo quanto riferito dall'agenzia nipponica Kyodo.
Pyongyang, inoltre, intende avere colloqui con Stati Uniti e Cina per sostituire l'armistizio della Guerra di Corea (1950-53) con un trattato di pace.
Il diplomatico ha formulato le sue osservazioni all'indomani dell'invito del ministero degli Esteri della Corea del Nord sull'inizio quanto prima di colloqui con i Paesi coinvolti nella guerra del 1950-1953 per sostituire l'armistizio con un trattato di pace pieno che interessi la penisola coreana e non solo.
I colloqui di pace proposti potrebbero essere tenuti all'interno tavolo a Sei per l'abbandono dei piani nucleari del regime del Nord, al quale partecipano le due Coree, Cina, Usa, Giappone e Russia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.