Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ottocento persone hanno inoltrato opposizione al divieto di assembramento davanti alla sede dell'Ispettorato federale della sicurezza nucleare (IFSN) a Brugg (AG). Di queste, 500 sono state inoltrate dall'organizzazione ambientalista Greenpeace, ha indicato un portavoce del Tribunale distrettuale.

Il divieto è stato chiesto dal proprietario dell'edificio, la Brugg Immobilien. Con la sua domanda, la società vuole impedire manifestazioni di protesta davanti all'immobile, che ospita anche una scuola professionale. L'IFSN è un inquilino.

Dal disastro nucleare di Fukushima del 2011 ci sono state oltre 700 proteste. I manifestanti chiedono in particolare l'arresto dei due reattori di Beznau (AG).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS