Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dalla scorsa notte la Svizzera non produce temporaneamente più energia nucleare. Tutti i cinque reattori sono infatti spenti: alcuni per la revisione annuale, altri per effettuare lavori di riparazione.

La centrale di Gösgen (SO) è stata disattivata la scorsa notte al fine di riparare una perdita di vapore in un circuito di una turbina non nucleare. Questo disturbo non ha avuto alcun impatto sull'ambiente.

Per poter effettuare la riparazione, la parte dell'impianto interessata dal problema deve essere spenta e raffreddata, indica la società di gestione della centrale. Dopo la riparazione e le necessarie verifiche, la produzione dell'impianto sarà riattivata, verosimilmente ancora questa settimana, ha indicato all'ats un portavoce dell'azienda elettrica che gestisce l'impianto.

Il reattore numero 1 della centrale nucleare di Beznau (AG) è invece spento da marzo per la consueta revisione. A causa di alcune "irregolarità", scoperte grazie ad analisi con ultrasuoni, il periodo di inattività è stato prolungato. Il vice direttore dell'Ispettorato federale della sicurezza nucleare (IFSN) Georg Schwarz, in un'intervista pubblicata oggi sul sito dell'IFSN, ha dichiarato che il reattore non sarà riacceso prima del primo trimestre del prossimo anno.

Da parte sua, il reattore numero 2 di Beznau è stato spento venerdì scorso per una lunga revisione che durerà sino al 24 di dicembre. Anche le centrali di Mühleberg (BE) e Leibstadt (AG) sono ferme - rispettivamente dal 3 e dal 10 agosto - per la revisione annuale. Queste saranno riattivate dopo 4-5 settimane.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS