Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il numero dei milionari dovrebbe esplodere in Asia e raggiungere quasi i 3 milioni entro il 2015, contro gli 1,16 milioni nel 2010. È quanto risulta da uno studio della banca Julius Baer pubblicato oggi. Circa la metà saranno cinesi.

Il patrimonio totale dovrebbe ammontare a 16'700 miliardi di dollari (15'622 miliardi di franchi), contro i 5590 miliardi nel 2010, precisa la banca in un nuovo rapporto sulla ricchezza mondiale.

Secondo gli scenari, il numero di milionari dovrebbe salire ad almeno 2,61 milioni nel 2015. Ma, tenendo conto delle capacità dell'economia asiatica, gli autori del rapporto propendono per una cifra tra 2,8 e 2,96 milioni.

Nel 2010, la Cina contava oltre mezzo milione di persone molto ricche. È il gruppo più importante nella regione. Il loro numero dovrebbe salire sino a 1,46 milioni nel 2015 e il loro patrimonio totale raggiungere i 9'300 miliardi di dollari.

L'India arriva seconda con circa 170'000 milionari censiti nel 2010 che detenevano 950 miliardi di dollari. Nel 2015, dovrebbero diventare 420'000 e il loro patrimonio salire a 2580 miliardi di dollari.

Viene poi la Corea del sud che avrà 302'000 milionari (contro 138'000 nel 2010) con ricchezze di oltre 1100 miliardi di dollari. L'Indonesia conoscerà l'incremento maggiore e il numero delle persone molto ricche salirà di 104'000, quindi più del triplo.

Lo studio della Julius Baer ritiene d'altro canto che l'indicatore "stile di vita" (Lifestyle Index) dovrebbe aumentare dell'8,8% tra aprile 2012 e aprile 2013. Questo indice creato dalla banca riflette l'evoluzione del costo della vita per i ricchi asiatici. Si basa su un paniere di 20 prodotti di lusso, come voli in business class o orologi di alta gamma acquistati a Hong Kong, Shanghai, Singapore e Bombay.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS