Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Con il fermo proposito di dire no alla nuova Costituzione promulgata ieri in Nepal, circa 5000 persone si sono riversate in strada oggi a Jaleshwar, nel distretto di Mahottari, bruciando alla fine di una marcia copie del nuovo testo costituzionale.

Prendendo la parola i responsabili della protesta hanno ribadito che la nuova Costituzione "è inaccettabile" perché non ha preso in considerazione le richieste del Fronte democratico unito Madhesi, insoddisfatto del trattamento riservato alle minoranze etniche. Lo riferisce il quotidiano Republica di Kathmandu.

Al termine della manifestazione, conclude il giornale, un trattore ha portato nel mercato il cadavere di un 53enne originario del villaggio di Gausala che aveva promesso di suicidarsi se la Costituzione fosse stata approvata nella attuale versione.

Alcuni contadini hanno trovato oggi il suo cadavere appeso ad un albero. La polizia ha aperto una inchiesta chiarendo che l'uomo non ha lasciato alcuno scritto per chiarire le ragioni del suo gesto.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS