Navigation

Nuova Zelanda: c'è terremoto ma premier continua intervista

La premier Jacinda Ardern intervistata durante una scossa di terremoto KEYSTONE/AP sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 25 maggio 2020 - 17:45
(Keystone-ATS)

"Stiamo avendo un po' di terremoto qui, una scossa abbastanza notevole". Non si è scomposta particolarmente la premier neozelandese Jacinda Ardern quando, durante un'intervista al programma del mattino Am Show, è stata interrotta da un sisma di magnitudo 5.6.

"Sto bene, non mi trovo sotto a nessun lampadario", ha persino scherzato una volta che la terra ha smesso di tremare.

Il terremoto si è verificato alle 8 ora locale, le 21 di ieri, ad una profondità di 52 chilometri vicino Levin, 90 chilometri a nord di Wellington, dove la scossa è stata sentita in maniera forte. Non ci sono stati feriti né danni e non è stata diramata nessuna allerta tsunami.

Al momento della scossa Ardern si trovava nella sede del Parlamento, il Beehive Building, che è stato costruito secondo criteri anti-sismici. "Il Beehive si muove più di altri edifici", ha rassicurato alla fine Ardern sorridente proseguendo come se nulla fosse con l'intervista.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.