Navigation

Nuova Zelanda: dopo elezioni, record di parlamentari LGBTQI+

La Nuova Zelanda è il primo Paese al mondo per parlamentari LGBTQI+ (foto simbolica). KEYSTONE/AP/CZAREK SOKOLOWSKI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 20 ottobre 2020 - 09:02
(Keystone-ATS)

Dopo le elezioni di sabato scorso, che hanno confermato a larga maggioranza il governo guidato dalla popolare leader laburista Jacinda Ardern, la Nuova Zelanda può vantare il maggior numero di parlamentari LGBTQI+ al mondo.

Essi sono saliti da 7 a 12 nella Camera di 120, con il 10% di parlamentari apertamente lesbiche, gay, bisessuali, transgender o queer. Di questi, 8 sono stati eletti nel partito laburista e 4 tra i verdi. Ciò dà al Paese la maggiore rappresentanza arcobaleno nel mondo, superando il Regno Unito che ha una proporzione del 7%.

La Nuova Zelanda, primo Paese nel 1893 a riconoscere il diritto di voto alle donne, nel 2005 ha riconosciuto le unioni civili fra coppie dello stesso sesso e nel 2013 ha legalizzato le nozze gay.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.