Navigation

Nuova Zelanda: esplosione miniera, 27 dispersi, 5 salvi

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 novembre 2010 - 11:20
(Keystone-ATS)

WELLINGTON - Ventisette minatori risultano ancora dispersi dopo un'esplosione avvenuta in una miniera di carbone in Nuova Zelanda. L'incidente è avvenuto nella miniera della Pike River Coal Co. ad Atarau, vicino alla costa orientale dell'Isola del Sud, a una ventina di chilometri dalla cittadina di Greymouth, verso le 16.30 (le 4.30 di stamattina in Svizzera).
A quanto riferisce il "New Zealand Herald" sul suo sito web, cinque persone sono finora emerse dalla miniera e due sono state portate in ospedale con lesioni "moderate". Le 27 persone disperse comprendono 15 dipendenti, fra cui alcuni dirigenti, e 12 contractor.
Le squadre di salvataggio si stanno preparando ad entrare nella miniera, e sul luogo sono accorse sei ambulanze e tre elicotteri. La miniera si trova in una zona estremamente isolata sul versante di una montagna ed è composta di tunnel verticali.
Poco prima dell'esplosione si era verificato un blackout di corrente e un elettricista aveva identificato un guasto. Ora si teme che la ventilazione all'interno la miniera sia compromessa dalla mancanza di elettricità.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.