Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Società svizzera di ginecologia e ostetricia (Gynécologie suisse) ha pubblicato nuove direttive sul cesareo. Uno tra gli obiettivi è di far abbassare il tasso di quest'operazione che è duplicato in 30 anni ed è del 32%.

Le nuove raccomandazioni, rivolte ai professionisti di ginecologia e ostetricia, pongono da un lato l'accento sulle indicazioni mediche per praticare un cesario e dall'altra sulle possibilità di evitalo. Si affrontano anche altri aspetti come i rischi, le complicazioni o le eventuali conseguenze a lungo termine.

L'aumento del tasso di queste operazioni è dovuto a moltiplicarsi di fattori di rischio quali per esempio l'età della donna quando ha il primo figlio, l'obesità, le gravidanze multiple e le tecniche di procreazione assistita.

L'anno scorso la stessa organizzazione aveva pubblicato anche un opuscolo informativo destinato alle donne incinte con spiegazioni su parto naturale o cesareo.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS