Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Israele ha approvato la costruzione di 153 case per coloni della Cisgiordania, e nel giro di poche ore è giunta la dura reazione dal Palazzo di Vetro. E' nato uno scontro verbale tra il segretari Ban Ki-moon e il premier iseraeliano Netanyahu.

Le attività di colonizzazione, ha detto per l'ennesima volta il segretario generale dell'Onu, sono "un affronto per il popolo palestinese e per la comunità internazionale". Anche perché si corre il rischio "che la opzione dei due Stati svanisca per sempre". Parole che hanno a loro volta innescato l'ira del premier Benyamin Netanyahu: "I commenti del segretario generale dell'Onu - ha detto - incoraggiano il terrorismo".

Un duro botta e risposta mentre sul terreno le violenze proseguono a ritmo quotidiano. Oggi in un cimitero di Gerusalemme è stata sepolta Shlomit Kriegman, una israeliana di 23 anni ferita in modo grave ieri nell'insediamento di Beit Horon, a nord di Gerusalemme, e deceduta oggi in un ospedale. I suoi due assalitori palestinesi erano stati uccisi ieri sul posto da una guardia civile.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS