Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Christoph Blocher, Markus Somm e Rolf Bollmann sono i nuovi proprietari della "Basler Zeitung" (BaZ), ciascuno con il 33% del pacchetto azionario, rilevato dalla MedienVielfalt Holding (MVH) controllata dal finanziere Tito Tettamanti. Lo ha reso noto oggi il gruppo Basler Zeitung Medien.

L'ex consigliere federale ed ex consigliere nazionale Blocher, membro del consiglio di amministrazione, possedeva già il 20% del capitale di BaZ dal luglio dello scorso anno. Bollmann diventa presidente del cda e Markus Somm rimane direttore ed editore del quotidiano basilese. Il prezzo dell'acquisto non è stato reso noto.

L'obiettivo a lungo termine - scrive il gruppo - è di garantire alla regione di Basilea e alla Svizzera un giornale "indipendente dai grandi editori zurighesi e dalle sovvenzioni pubbliche". Il quotidiano intende anche rafforzare il suo ruolo di leader nella regione del Nord-Ovest.

MVH aveva rilevato il 100% delle azioni della Basler Zeitung nel febbraio 2010 dalla famiglia di editori Hagemann. Nell'agosto dello stesso anno era stata annunciata la nomina di Markus Somm, che aveva co-diretto la "Weltwoche", settimanale vicino all'UDC. Da allora sono cominciate a circolare voci di manovre di Blocher sugli assetti proprietari del quotidiano.

A novembre 2010 Tito Tettamanti ha rivenduto una quota della BaZ all'ex patron della compagnia aerea Crossair, Moritz Suter. Quest'ultimo ha ben presto gettato la spugna e ceduto le sue azioni a Rahel Blocher, una delle figlie di Christoph Blocher, che a sua volta le ha rivendute poco dopo alla holding di Tettamanti.

A luglio 2013 Christoph Blocher ha acquisito il 20% del capitale azionario della BaZ con la mediazione della sua società finanziaria Robinvest e ora la quota è salita al 33%.

SDA-ATS