Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

All'esterno mostra immagini dei parchi naturali e all'interno l'aria profuma di boschi: così si presenta l'autopostale - simbolo della nuova partnership siglata tra la Rete dei parchi svizzeri, AutoPostale e l’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) - che invita a scoprire le 20 regioni dei parchi in Svizzera con i trasporti pubblici. Lo si legge in un comunicato odierno congiunto.

Il nuovo autopostale è stato inaugurato oggi in Piazza federale a Berna da Daniel Landolf, responsabile di AutoPostale, Stefan Müller-Altermatt, presidente dei parchi svizzeri insieme a Franziska Schwarz vicedirettrice dell'UFAM. Operativo come autobus di linea in diverse regioni, verrà impiegato come shuttle in occasione di eventi fino al 31 ottobre, invitando così i passeggeri a fare un'escursione nei parchi: ad esempio il 1° agosto, per il centenario del Parco Nazionale Svizzero nella regione di Zernez (GR), oppure al Festival del film di Locarno, si legge nella nota.

I parchi sono ben collegati al sistema dei trasporti pubblici. "Servendoli tutti, AutoPostale riveste un ruolo molto importante", ha indicato Landolf citato nel comunicato. Questo è il motivo che ha ispirato la campagna "Alla scoperta dei parchi svizzeri con AutoPostale", ha aggiunto

Con questa azione gli organizzatori intendono richiamare l'attenzione sulle molteplici offerte di cui gli escursionisti possono beneficiare nei parchi. Inoltre verranno organizzate attività promozionali come un concorso fotografico e offerte speciali con agevolazioni.

Attualmente in tutto il Paese sono attivi 16 parchi e altri quattro sono in fase di realizzazione, precisa il comunicato. I quattro candidati sono il Parc Adula (GR/TI), il Parco Nazionale del Locarnese e i parchi naturali regionali della Neckertal (SG/AR) e di Sciaffusa.

SDA-ATS