Navigation

Nuovo capo Pentagono a truppe, 'tempo di tornare a casa'

Christopher Miller, il nuovo capo del Pentagono. KEYSTONE/EPA/TOM WILLIAMS / POOL sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 14 novembre 2020 - 21:46
(Keystone-ATS)

"È tempo di tornare a casa", "Tutte le guerre devono finire": lo afferma il nuovo capo ad interim del Pentagono Christopher Miller nel suo primo messaggio alle forze armate, postato sul sito della Difesa.

Parole che lasciano intravedere, secondo i media Usa, una possibile accelerazione del ritiro delle truppe Usa dall'Afghanistan e dall'Iraq, dove sono state dislocate dopo gli attacchi dell'11 settembre.

Miller scrive che gli Usa restano impegnati a sconfiggere Al Qaida. "Ma - avvisa - questa è una fase critica in cui ci sforziamo di passare da un ruolo di leadership ad uno di supporto". "Mettere fine alle guerre richiede compromesso e partnership. Noi abbiamo raccolto la sfida, abbiamo dato il massimo, ora è tempo di tornare a casa", conclude.

Miller si è sintonizzato subito con le promesse di Donald Trump, che avrebbe silurato il capo del Pentagono Mark Esper - sempre secondo i media Usa - anche per le sue resistenze ad affrettare il ritiro delle truppe Usa dall'Afghanistan prima che siano rispettate le condizioni dell'accordo negoziato con i talebani.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.