Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Il Parc Adula proposto da Ticino e Grigioni si appresta a diventare il secondo parco nazionale svizzero, dopo quello in Engadina. L'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) ha dato una valutazione positiva e ha annunciato oggi i primi sussidi.
Per la creazione del parco nazionale che prende il nome dalla più alta montagna del Ticino, l'Adula o Rheinwaldhorn (3402 m), l'UFAM prevede di accordare ai due cantoni aiuti finanziari complessivi pari a 686'000 franchi per il biennio 2010-2011.
Il comprensorio del progetto di parco nazionale si estende su una superficie di circa 1000 chilometri quadrati tra la regione del Lucomagno e quella del San Bernardino, attorno al noto Altopiano della Greina. Il Parc Adula potrebbe diventare il primo parco nazionale realizzato secondo la nuova legislazione basata per intero sul principio della volontarietà e della partecipazione delle regioni, rileva l'UFAM in una nota. La gestione del Parco nazionale svizzero in Engadina, istituito nel 1914, è disciplinata sulla base delle norme giuridiche create appositamente nel 1980 (legge sul parco nazionale).
Berna ha bene accolto anche gli altri due progetti presentati lo scorso gennaio: Coira chiedeva il conferimento del marchio "Parco" alla Biosfera Val Müstair per la prima fase decennale di gestione (a partire dal primo gennaio 2011), mentre Nidvaldo e Uri domandavano aiuti finanziari per l'istituzione del parco naturale regionale Urschweiz. L'UFAM ha risposto positivamente al canton Grigioni e ha stanziato per il progetto Urschweiz 289'000 franchi, sempre per il biennio 2010-2011.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS