Navigation

Obama: stop agevolazioni a chi delocalizza

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 gennaio 2012 - 19:09
(Keystone-ATS)

Premiare le imprese che investono e creano posti di lavoro in patria ed eliminare gli sgravi fiscali per chi delocalizza all'estero. È la proposta che l'amministrazione Obama si appresta a varare nelle prossime settimane. A dare l'annuncio lo stesso presidente che oggi ha incontrato alla Casa Bianca alcuni big dell'economia Usa.

La nuova iniziativa della Casa Bianca si inserisce nella campagna che il presidente ha battezzato con lo slogan 'We Can't Wait'. All'incontro hanno partecipato tra gli altri i vertici di Ford, Intel, Siemens, Thyssen Krupp e Rolls Royce.

Per la Casa Bianca - che ha diffuso alcuni dati - la situazione sul fronte degli investimenti delle imprese mostra una incoraggiante ripresa. Gli investimenti fissi delle imprese negli Stati Uniti sono aumentati dalla fine del 2009 di circa il 18% e negli ultimi deu anni i posti di lavoro creati nell'industria ammontano a 334.000. La produzione industriale, poi, è cresciuta del 5,7% dal crollo del giugno 2009, con una velocità mai vista nell'ultimo decennio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?