Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Obama conferma morte donna ostaggio Isis

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama conferma, annunciandola con "profonda tristezza" la morte della operatrice americana Kayla Jean Mueller ostaggio dell'Isis. Lo riferisce la Casa Bianca.

"È con profonda tristezza che abbiamo appreso della morte di Kayla Jean Mueller - si legge in un comunicato diffuso dalla Casa Bianca -. In nome del popolo americano, Michelle ed io rivolgiamo le nostre più profonde condoglianze alla famiglia di Kayla, i suoi genitori Marsha e Carl, suo fratello Eric e la sua famiglia e tutti coloro che amavano Kayla. In questo momento di inimmaginabile sofferenza, il Paese si unisce al loro dolore".

Annunciando la morte di Kayla Mueller, La Casa Bianca non dà dettagli sulla scomparsa dell'operatrice americana. Nel testo, con cui il presidente Barack Obama si unisce al dolore della famiglia, si fa tuttavia riferimento ai terroristi: "Non importa quanto tempo ci vorrà, gli Stati Uniti troveranno e porteranno davanti alla giustizia i terroristi responsabili per la prigionia e la morte di Kayla". L'Isis "è un gruppo terroristico odioso, le cui azioni sono in estremo contrasto con lo spirito delle persone come Kayla".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.