Navigation

Oerlikon: contratti da 600 milioni in Cina

Importanti contratti con la Cina KEYSTONE/CHRISTIAN BEUTLER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 16 marzo 2020 - 07:22
(Keystone-ATS)

Il gruppo industriale Oerlikon ha annunciato oggi di aver ottenuto tre grosse ordinazioni da produttori cinesi di fibre sintetiche, per un valore complessivo di oltre 600 milioni di franchi.

I tre contratti saranno contabilizzati principalmente per gli esercizi 2021 e 2022, e in misura molto minore nell'acquisizione degli ordini dell'anno in corso, ha dichiarato il conglomerato della in un comunicato. La consegna è prevista tra il 2021 e l'inizio del 2023.

"Questi tre contratti dimostrano l'intatta fiducia dell'industria tessile cinese nel mercato globale e in Oerlikon", ha dichiarato Roland Fischer, CEO del gruppo, citato nel documento. Questi ordini illustrano che "le industrie interconnesse e i modelli di business come quello delle fibre artificiali (fibre sintetiche) sono molto più robusti di quanto molti credano", ha aggiunto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.