Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Grandi o piccoli, pericolosi o no, gli asteroidi sono tra i corpi celesti più affascinanti e interessanti per astronomi e appassionati del cielo: ecco perchè oggi si celebra per la prima volta l'Asteroid Day.

Si tratta della giornata mondiale organizzata per sollecitare i governi a finanziare la ricerca in questo campo per aumentare la sorveglianza dei cosiddetti Neo (Near-Earth Objects), gli asteroidi più vicini alla Terra, riducendo in questo modo i rischi di eventuali impatti.

"Un'iniziativa interessante, che riunisce istituzioni e fondazioni private", commenta Ettore Perozzi, responsabile delle operazioni presso il Centro coordinamento sui Neo dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa). Più di 80 gli eventi organizzati in tutto il mondo, come del museo della Scienza di Londra, con il chitarrista dei Queen Brian May, e quello in programma al Planetario di Roma, con le immagini del Virtual Telescope.

Quello degli asteroidi è un settore che negli ultimi 10 anni ha raccolto un interesse crescente. Grazie ai telescopi basati a Terra si è riusciti a studiare quelli più grandi di 1 chilometro: "ne conosciamo il 95% - ha detto Perozzi - ed ora l'obiettivo è studiare quelli con un diametro inferiore a 150 metri".

L'Esa e la Nasa stanno lavorando alla missione Aida (Asteroid Impact & Deflection Assessment) diretta all'asteroide Didymos, attorno al quale ruota una minuscola luna, per capire che cosa fare nel caso di una minaccia reale per la Terra. "Al momento tra gli asteroidi noti non ci sono pericoli per noi", ha osservato Gianluca Masi, responsabile del progetto Virtual Telescope.

"Tuttavia - ha aggiunto - ci sono molti piccoli asteroidi che non si conoscono. Per questo è importante fare ricerca, così come è fondamentale il lavoro successivo alla loro scoperta".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS