Navigation

Oggi si rielegge il CF, riuscirà Regula Rytz a entrare in governo?

Oggi si rielegge il Consiglio federale KEYSTONE/ANTHONY ANEX sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 11 dicembre 2019 - 07:10
(Keystone-ATS)

Oggi si saprà se Regula Rytz riuscirà a entrare in Consiglio federale. Secondo gli addetti ai lavori - che hanno valutato a fondo le dichiarazioni dei vari parlamentari, capigruppo e presidenti di partito - all'ecologista non dovrebbe riuscire la scalata al governo.

La giornata, a Camere riunite, inizierà alle 08.00 con la rielezione dei consiglieri federali uscenti. Tutti si ripresentano per un nuovo mandato di quattro anni, nell'ordine: Ueli Maurer (UDC/ZH), Simonetta Sommaruga (PS/BE), Alain Berset (PS/FR), Guy Parmelin (UDC/VD), Ignazio Cassis (PLR/TI), Karin Keller-Sutter (PLR/SG) e Viola Amherd (PPD/VS).

Se per molti di loro la riconferma sarà una formalità o poco più, lo stesso non si può dire per i due ministri PLR uscenti e in particolare per il ticinese Ignazio Cassis. I Verdi, forti del loro successo alle recenti elezioni federali, hanno infatti candidato la loro presidente Regula Rytz.

A fine novembre, nell'ufficializzare la candidatura di Rytz, i Verdi avevano esplicitamente detto di voler attaccare un seggio liberale-radicale, partito sovra rappresentato con due seggi nell'esecutivo. Rytz aveva espressamente dichiarato di mirare alla poltrona di Cassis.

Visti i rapporti di forza in Parlamento, per essere eletta Rytz ha però bisogno, oltre che del sostegno compatto della sinistra, anche dell'appoggio di Verdi liberali e PPD. Quest'ultimo partito, considerato ago della bilancia, ha però già fatto sapere che non la voterà. Una eventuale elezione di Rytz sarebbe dunque un autentico exploit, oltre a una enorme sorpresa.

Lo scenario più verosimile rimane quindi lo status quo. Le altre possibilità - come l'elezione di Rytz al posto della PPD Viola Amherd, o l'elezione di un Verde e di un Verde liberale al posto di un ministro PS e uno PLR, come suggerito da Christoph Blocher - sono ancora meno probabili.

Una volta scelta la composizione del governo, il Parlamento proseguirà con l'elezione del Cancelliere della Confederazione. L'unico candidato in lizza è l'uscente Walter Thurnherr, proposto dal gruppo PPD.

Dopo aver assistito alla cerimonia del giuramento dei Consiglieri federali e del Cancelliere, l'Assemblea federale procederà con l'elezione del Presidente della Confederazione per il 2020. Secondo il turno, la carica spetta a Simonetta Sommaruga.

La giornata si chiuderà con l'elezione del vicepresidente del Consiglio federale per il 2020. La carica incombe a Guy Parmelin.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.