Navigation

Olanda: neonati uccisi; trovati i resti di un quarto bebè

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 agosto 2010 - 20:24
(Keystone-ATS)

L'AJA - I resti mortali di un quarto neonato, che si aggiunge a quelli dei tre rinvenuti in precedenza, sono stati trovati in una valigia nella casa della donna di 25 anni arrestata in Olanda con l'accusa di aver ucciso i suoi piccoli, partoriti tra il 2002 e il 2010. Lo ha annunciato la procura di Leeuwarden, nel nord del paese.
Dopo le ammissioni della donna, nel sottotetto della casa situata nel paesino di Nij Beets la polizia aveva trovato ieri quattro valigie. Finora era stato detto dagli inquirenti che tre di esse conteneva "le spoglie mortali" di altrettanti neonati.
Gli accertamenti medico-legali - ha annunciato questo pomeriggio la procura - hanno quindi stabilito che anche la quarta valigia conteneva i resti di un neonato.
L'inchiesta "dovrà determinare la causa del decesso e anche rispondere alla domanda se i bebè erano nati morti", ha spiegato il procuratore generale Annette Bronsvoort.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.