Tutte le notizie in breve

Oltre 4'400 sciatori e snowboardisti residenti in Svizzera si infortunano ogni anno in uno snowpark.

Gran parte delle ferite riguardano testa e schiena, obbligando il trasporto della vittima tramite elicottero, sottolinea una nota odierna dell'Ufficio prevenzione infortuni (upi).

Da un'analisi risulta che circa il 30% delle persone infortunate in uno snowpark deve essere elitrasportata in ospedale. Considerando tutti i tipi d'impianti sciistici, questa percentuale scende attorno al 20%. Sono invece 65'000 in totale gli appassionati di sport della neve svizzeri che s'infortunano ogni anno sulle piste.

Gli snowpark sono strutture notevolmente in aumento di recente che permettono a chi pratica freestyle di lanciarsi in salti e acrobazie in spazi adibiti a questo scopo. L'upi raccomanda loro d'indossare casco, paraschiena ed eventualmente parapolsi, oltre che a rispettare tutte le regole di sicurezza del caso.

Per quanto riguarda il fuori pista, l'upi ricorda che tutti gli anni una dozzina di freerider perdono la vita sul territorio elvetico, la metà a causa di una slavina. A questo proposito, ai praticanti è consigliato di seguire un corso valanghe, informarsi sulle condizioni dell'itinerario scelto e non dimenticare l'equipaggiamento di emergenza.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve