Navigation

Omicidi di Grenchen: chieste pene all'ergastolo

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 maggio 2012 - 20:43
(Keystone-ATS)

Carcere a vita: è la richiesta di pena presentata dal procuratore pubblico al processo in corso a Soletta contro due uomini e una donna accusati del triplice omicidio avvenuto la sera del 5 giugno 2009 a Grenchen: in quell'occasione furono brutalmente rapinati e uccisi un uomo di 60 anni, la moglie di 55 e la figlia di 35.

I due accusati - un 34enne ex campione svizzero nel lancio del martello e un 27enne di occupazioni precarie - hanno ascoltato la richiesta di pena senza batter ciglio, mentre la loro presunta complice, di 51 anni, ha scosso più volte la testa.

Il procuratore Jan Gutzwiller ha detto nella sua requisitoria che quello di Grenchen può considerarsi uno dei più gravi crimini della storia svizzera. Per i tre imputati - solo i due uomini hanno ammesso i fatti - sono stati ipotizzati i reati di assassinio plurimo e rapina. La sentenza è attesa per l'11 maggio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?