Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Omicidio a Chiasso, padre e figlio rimangono in carcere

I due uomini, padre e figlio, sospettati di aver commesso l'omicidio di un pensionato avvenuto a Chiasso il 27 novembre 2015 dovranno rimanere in carcere preventivo per almeno altri tre mesi.

Il giudice per i provvedimenti coercitivi ha infatti accolto la decisione d'arresto della procuratrice, informa in una nota odierna il Ministero Pubblico del Canton Ticino.

Dopo le prime indagini sull'omicidio del pensionato, di 73 anni, le autorità elvetiche avevano diramato un ordine di cattura internazionale nei confronti di due presunti assassini di origini campane. Le ricerche dei due sospettati erano state estese in tutt'Europa ma l'attenzione delle forze dell'ordine si era concentrata in Italia e in particolare nel Napoletano, visto che entrambi sono originari proprio di quella zona. A dicembre i carabinieri avevano rintracciato e portato in caserma, a Ercolano (Napoli), i due presunti responsabili dell'omicidio. Padre e figlio sono stati di recente estradati dall'Italia.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.