Navigation

Omicidio Kuciak, al processo killer si dichiara colpevole

Sono colpevole, ha detto. KEYSTONE/EPA/JG GT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 13 gennaio 2020 - 14:25
(Keystone-ATS)

Si è dichiarato colpevole l'ex soldato Miroslav Marcek, che oggi in aula ha ammesso di aver esploso i colpi che hanno ucciso il giornalista slovacco Jan Kuciak e la sua compagna, il 21 febbraio 2018.

È quello che è emerso dalla prima udienza del processo, iniziato stamani al tribunale speciale di Pezinok.

Gli imputati sono quattro. Il presunto principale mandante dell'omicidio, Marian Kocner, ha confessato il possesso illegale delle armi, ma non la premeditazione dell'omicidio. La sua complice, Zuzana Zsuzsova, che avrebbe avuto il ruolo di mediatrice, ha respinto l'accusa dichiarandosi innocente, mentre l'ex poliziotto Tomas Szabo, il presunto autista di Marcek, ha rifiutato di esprimersi. Tutti e quattro rischiano l'ergastolo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.