Navigation

ONG Oxfam riceve nuovamente finanziamenti DFAE

L'ONG britannica Oxfam riceve nuovamente fondi da parte del Dipartimento federale degli affari esteri. KEYSTONE/AP PA/NICK ANSELL sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 03 gennaio 2020 - 21:09
(Keystone-ATS)

L'ONG britannica Oxfam riceve nuovamente fondi da parte del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) dal maggio 2018.

L'organizzazione era finita sulle principali pagine di tutti i giornali nel febbraio 2018 dopo la rivelazione di numerosi abusi sessuali commessi da alcuni impiegati ad Haiti dopo il sisma del 2010. Il DFAE aveva immediatamente sospeso i pagamenti e avviato un'inchiesta.

Tre mesi dopo, i versamenti sono ricominciati, ha indicato oggi la portavoce del DFAE Charlotte Huwiler-Ziemer all'agenzia Keystone-ATS, confermando informazioni rese note dalle pubblicazioni CH-Media. Dal maggio 2018 all'ONG sono arrivati 8 milioni di franchi.

Dalle indagini è emerso che Oxfam rimane un partner affidabile e professionale. La ONG si è anche mostrata collaborativa nell'esaminare gli episodi che hanno fatto scalpore.

Ora anche gli impiegati del DFAE sono sottoposti a regole più severe, in particolare per quel che riguarda l'ambito delle molestie sessuali. La fruizione di servizi sessuali a pagamento è ad esempio esplicitamente vietata.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.