Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Onu: assemblea, divi in campo contro crisi mondo

Vigilia di Assemblea Generale. Davanti a un mondo sempre più a rischio tra riscaldamento globale, povertà, violenze, guerre, Hollywood mobilita il suo "soft power". Jude Law in Congo, Charlize Theron in Centrafrica, Emma Watson per i diritti di donne e bambine, Leonardo DiCaprio in marcia per il clima.

Lo stesso Palazzo di Vetro fa la sua parte trasformandosi in maxischermo IMAX su cui per tre ore sfilano le immagini multimediali di un Pianeta in pericolo.

DiCaprio, nuovo Messaggero di Pace contro il cambiamento climatico, ha unito la sua voce a quella del segretario generale Ban ki-moon, di Susan Sarandon e di altri centomila che hanno sfilato per le vie di Manhattan.

Idem a Londra con Emma Thompson e Peter Gabriel. "Siamo a un punto di svolta: gli effetti rapidi del cambiamento sono sotto gli occhi di tutti", ha detto il protagonista di "Gatsby" in visita al Palazzo di Vetro dove ieri, in vista del vertice organizzato martedì da Ban con oltre 120 capi di stato e di governo, 24 proiettori Imax hanno rilanciato sulla facciata nord del palazzo del Segretariato e lungo quella dell'Assemblea Generale immagini e slogan, alcuni alti 30 piani, sull'emergenza clima.

Dal global warming alle guerre che incendiano il più povero dei continenti, l'Africa. Sul Wall Street Journal un'altra Messaggera di Pace, Charlize Theron, ha puntato i riflettori sul Centrafrica dove in questi giorni è stata dispiegata una nuova missione di peacekeeping, la sedicesima, delle Nazioni Unite.

Una storia tra tutte, quella del sedicenne Prince Matidi: "Il 25 dicembre è stato lasciato semiparalizzato da un colpo di pistola alla schiena nel fango e mentre giaceva in terra, incapace di muoversi, i ribelli Seleka lo hanno attaccato col machete". Un'immagine indelebile per l'attrice sudafricana: "Questo bambino, nel fango, mentre milioni di coetanei, sicuri nelle loro case, aprivano i regali di Natale".

Ed è Africa, con le sue guerre e le speranze di pace, anche per Jude Law, che ha partecipato a un maxiconcerto a Goma organizzato dalla missione Monusco e "degno di Central Park". A New York ha debuttato Emma Watson, giovane star di Harry Potter, che ha lanciato, nel suo nuovo ruolo con UN Women, la campagna He for She: "La lotta per affermare i diritti delle donne troppo spesso va a identificarsi con l'odio per gli uomini. Ma l'obiettivo della parità non può essere raggiunto se ci partecipa solo una metà del Pianeta".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.