Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"La sofferenza umana ha raggiunto livelli mai visti dalla seconda guerra mondiale: oltre 125 milioni di persone avranno bisogno di assistenza per sopravvivere nel 2016", ha affermato a Ginevra Stephen ÒBrien, sottosegretario generale dell'Onu per gli affari umanitari.

ÒBrien ha così lanciato un appello per una raccolta di fondi di 20,1 miliardi di dollari - una richiesta record - per far fronte agli aiuti umanitari nel 2016. "La somma è cinque volte superiore a dieci anni fa ed è il più grande appello da noi mai lanciato", ha aggiunto.

L'appello annuale delle Nazioni Unite e dei loro partner per la raccolta di fondi mira a finanziare gli aiuti in favore di 87,6 milioni di persone "più vulnerabili" in 37 Paesi . Nel 2016, i conflitti che si protraggono continueranno a costituire la principale causa di crisi umanitarie.

Nel 2016 è inoltre atteso un forte impatto dei disastri naturali a causa dell'evento climatico El Niño, già responsabile della grave siccità in Centro America e della peggiore siccità segnalata in Etiopia in 30 anni. Finora, nel corso del 2015, i donatori internazionali hanno fornito 9,7 miliardi dei 19,9 miliardi chiesti dall'Onu e dai suoi partner umanitari, pari al 49%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS