Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Gli esperti dell'Onu ritengono che l'Isis abbia tra i 2.000 e i 3.000 combattenti in Libia e che intenda ampliare il controllo del territorio nel paese nordafricano. Lo afferma un rapporto preparato per il Consiglio di Sicurezza.

Secondo il dossier di 24 pagine, lo stato islamico è soltanto uno degli attori fra le molteplici fazioni in guerra in Libia. Sicuramente, però, in questo momento i militanti del califfo Abu Bakr al Baghdadi stanno beneficiando della notorietà del gruppo in Iraq e in Siria, e pongono "una minaccia evidente nel breve e nel lungo termine in Libia".

Al contempo, tuttavia, nel paese nordafricano l'Isis sta incontrando una "forte resistenza da parte della popolazione e difficoltà nella costruzione e nel mantenimento di alleanze locali.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS