Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW YORK - Non è sufficiente paracadutare sacchi di riso da elicotteri, occorre mostrare alle persone come coltivarlo. Lo ha sostenuto oggi a New York la presidente della Confederazione Doris Leuthard che ha richiamato gli Stati dell'ONU a prendere sul serio la loro responsabilità per migliorare il mondo.
"Dobbiamo evitare che l'ONU diventi un monumento storico", ha detto Leuthard intervenendo all'Assemblea generale delle Nazioni Unite davanti ai rappresentanti dei 192 Stati membri. "Dobbiamo trasformarlo in una organizzazione dinamica".
L'ONU è la sola Organizzazione cui viene riconosciuta la legittimità di rappresentare tutte le nazioni e i popoli. Discussioni e preparazioni di rapporti non sono sufficienti. "Dobbiamo agire" ha detto Leuthard.
Leuthard ha ricordato che nel mondo vi sono ancora 1,4 miliardi di persone che vivono in situazione di grave povertà. Gli Stati che registrano successi economici e che hanno quindi un ruolo più rilevante, devono anche accettare le nuove responsabilità.
La presidente della Confederazione ha chiesto inoltre che si lavori alla realizzazione degli obiettivi del millennio come il dimezzamento di fame e povertà. Inoltre ogni Stato deve prendere misure per ridurre le emissioni di CO2 e limitare il cambiamento climatico. La Svizzera all'ONU si impegna tra l'altro per i diritti umani, il disarmo e la lotta al terrorismo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS