Navigation

Onu: milioni di morti se si lascia diffondere il virus

Grido d'allarme del segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres (foto d'archivio). KEYSTONE/SALVATORE DI NOLFI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 19 marzo 2020 - 18:47
(Keystone-ATS)

"Se lasciamo che il virus si diffonda come un incendio, specialmente nelle regioni più vulnerabili del mondo, ucciderà milioni di persone". Lo ha detto il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, parlando in videoconferenza ai giornalisti del Palazzo di Vetro.

"Siamo di fronte a una crisi sanitaria globale diversa da qualsiasi altra nella storia di 75 anni delle Nazioni Unite, che sta infettando l'economia globale. Una recessione globale, forse di dimensioni record, è quasi una certezza, ha aggiunto.

"Il mio messaggio è chiaro, ci troviamo in una situazione senza precedenti e le regole normali non si applicano più. Il nostro mondo deve affrontare un nemico comune. Siamo in guerra con un virus", ha detto Guterres.

"E' un momento che richiede un'azione politica coordinata, decisa e innovativa da parte delle principali economie mondiali - ha aggiunto -. Dobbiamo riconoscere che i Paesi più poveri e i più vulnerabili, in particolare le donne, saranno i più colpiti".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.