Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Onu lancia l'allarme sulle droghe sintetiche, che stanno registrando "un'espansione senza precedenti". A preoccupare - si legge nel rapporto annuale sulle sostanze stupefacenti - anche la crescita enorme dello 'sballo legale', ossia la diffusione di quelle sostanze non proibite che producono gli stessi effetti delle droghe illegali.

Secondo il dossier dell'Unodc (l'agenzia Onu per la droga e il crimine), nel mondo ci sono 348 nuove droghe legali, 100 delle quali introdotte nell'ultimo anno.

Le più diffuse sono quelle che imitano gli effetti della cannabis, passate da 60 nel 2012 a 110 nel 2013. E il fatto che lo 'sballo legale' non sia più limitato ad un mercato di nicchia, ma sia disponibile a livello mondiale, per gli esperti delle Nazioni Unite è particolarmente preoccupante.

In Europa - secondo il rapporto - nel 2011 il 4,8% dei ragazzi dai 15 ai 24 anni ha fatto uso di droghe legali, pari a quasi tre milioni di persone. Ma il mercato sta crescendo rapidamente e le percentuali potrebbero essere molto più alte.

I tassi più elevati sono stati riportati in Irlanda, con il 16,3%, Polonia con il 9%, Lettonia con l'8,8% e Gran Bretagna con l'8,2%. Per quanto riguarda le droghe sintetiche, la più comune è l'anfetamina, seguita da ecstasy e metanfetamina.

SDA-ATS