BRUXELLES - La direzione aziendale della Opel di Anversa ha confermato l'intenzione di chiudere l'impianto e di avviare le procedure per il licenziamento collettivo di tutti i 2.600 lavoratori.
Il personale, riferisce l'agenzia di stampa Belga, ha ricevuto una lettera in cui si dice che l'impianto belga "non si occuperà della costruzione di un nuovo modello e che quindi l'impresa ha intenzione di procedere ad un licenziamento collettivo e di chiudere la fabbrica", con ogni probabilità entro la fine di giugno. Nella lettera si fa riferimento ad "una crisi economica mai conosciuta finora e all'impossibilità di fabbricare un Suv ad Anversa, come invece era stato previsto in un primo momento".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.