Navigation

Operatori turistici vogliono riaprire al più presto

La Svizzera è tutta da scoprire. KEYSTONE/TI-PRESS/SAMUEL GOLAY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 26 aprile 2020 - 17:32
(Keystone-ATS)

Duramente colpito dal coronavirus, il settore turistico vuole tornare in attività al più presto.

È quanto hanno affermato i rappresentanti del ramo in un incontro avuto oggi a Berna con una delegazione del Consiglio federale composta da Simonetta Sommaruga, Alain Berset e Guy Parmelin.

Il dialogo è stato aperto e costruttivo, si legge in un comunicato diffuso dalla Federazione svizzera del turismo. Il comparto si dice pronto a fare la sua parte affinché non vi sia una seconda ondata dell'epidemia. Si sta cercando anche il modo di superare la raccomandazione dello stare confinati in casa: l'obiettivo è permettere i viaggi, nel rispetto delle regole di igiene e distanziamento sociale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.