Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Al via l'ultima settimana delle sessioni

KEYSTONE/GAETAN BALLY

(sda-ats)

L'ultima settimana della sessione estiva delle Camere federali inizia oggi al Nazionale con la tradizionale "Ora delle domande".

La Camera del popolo discuterà in seguito, a livello di divergenze, il messaggio concernente il rinnovo della piattaforma di sistema per il rilevamento dei dati biometrici.

Il credito di 33 milioni necessario per rinnovare entro il 2020 il sistema di registrazione dei dati biometrici usato per i documenti d'identità è già stato approvato dai due rami del Parlamento. Non c'è invece accordo sull'eventuale priorità da concedere alle imprese svizzere nei bandi di concorso.

Nell'agenda della Camera del popolo figura pure la concessione della garanzia federale - già accordata dagli Stati - alle modifiche introdotte nella Costituzione cantonale ticinese con l'iniziativa popolare "salviamo il lavoro in Ticino".

L'iniziativa, lanciata dai Verdi e approvata il 14 giugno 2015, chiede l'introduzione in Ticino di salari minimi per settore economico, che assicurino "un tenore di vita dignitoso". Il testo non precisa a quanto debbano ammontare le retribuzioni minime. Queste vanno applicate a tutti i settori sprovvisti di contratti collettivi di lavoro.

Il Consiglio degli Stati inizierà la seduta discutendo delle divergenze in merito al primo supplemento al preventivo 2017. Si tratta di 10 milioni destinati a coprire i costi del ritardo nel progetto informatico dell'amministrazione federale FISCAL-IT e di 700'000 franchi supplementari per il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) che il Nazionale si è rifiutato di stanziare.

In seguito la Camera passerà alle discussioni sulla seconda tappa della Strategia energetica 2050. Nella sessione primaverile, il Consiglio nazionale aveva tacitamente respinto l'entrata in materia sull'oggetto.

In virtù della chiara situazione di partenza, la commissione preparatoria degli Stati propone al plenum di seguire la Camera del popolo e di non entrare nel merito. Se i "senatori" adotteranno il parere commissionale, l'oggetto sarà da considerarsi liquidato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS