Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'anno scorso il 62,9% dei ricorsi inoltrati dalle organizzazioni ambientaliste sono stati accolti pienamente o in parte. Lo ha comunicato oggi l'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) precisando che si tratta di una percentuale superiore a quella degli ultimi anni.

Le 27 organizzazioni di protezione dell'ambiente legittimate a ricorrere hanno notificato all'UFAM un totale di 81 ricorsi trattati: il 53% è stato accolto in toto, mentre il 9,9% lo è stato solo in parte, precisa l'UFAM.

Nel 2012, sette ricorsi sono stati presentati contro progetti per le energie rinnovabili - sei riguardavano centrali idroelettriche, mentre in un caso si trattava di una centrale ad energia eolica. Tre sono stati accolti, altri tre in parte e uno caso è stato respinto, puntualizza l'UFAM.

Nel 2010 e 2011 la percentuale di successo delle decisioni era stato rispettivamente del 59 e 55 per cento, nel 2008 e 2009 il tasso si attestava al 61,5%, sottolinea l'UFAM .

Nella statistica - precisa la nota - non figurano i ricorsi di Helvetia Nostra contro case di vacanza dopo l'accettazione dell'iniziativa sulle abitazioni secondarie. Ad eccezione di pochi casi, questi ricorsi sono ancora pendenti, viene precisato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS