Navigation

Oscar, in corsa anche documentario svizzero #Female Pleasure

La pellicola ha raccolto un buon successo di pubblico in Svizzera. sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 13 novembre 2019 - 09:05
(Keystone-ATS)

Il documentario svizzero "#Female Pleasure" è in corsa per l'Oscar: la pellicola della regista zurighese Barbara Miller figura nell'elenco dei 159 documentari diffuso ieri a Los Angeles dall'Academy, l'organizzazione che assegna l'ambito premio cinematografico.

A metà dicembre verrà scelta una cosiddetta shortlist, che comprenderà 15 film: cinque potranno poi accedere alla nomination. Il riconoscimento finale sarà attribuito il 9 febbraio.

Presentato al festival di Locarno nel 2018, "#Female Pleasure" (il piacere femminile) si occupa dell'oppressione della donna e in particolare della sua sessualità. Il documentario segue cinque donne con diverse origini religiose in varie regioni del mondo nella loro lotta per avere una relazione paritaria tra i sessi.

La pellicola di 97 minuti ha avuto anche successo in sala: stando all'organizzazione di categoria Pro Cinema in Svizzera è stata vista da oltre 100'000 persone. Il film è stato in cartellone pure in altri paesi europei, come Francia e Spagna.

Barbara Miller, 49 anni, ha una laurea in diritto e ha girato oltre 15 documentari, con temi che spaziano dalla politica ("Elisabeth Kopp - ascesa e caduta della prima consigliera federale) alla sessualità ("Il clitoride - la bellezza sconosciuta").

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.