Navigation

Ostaggi svizzeri in Libia: domani Calmy-Rey forse a Berlino

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 febbraio 2010 - 20:41
(Keystone-ATS)

BERNA - Continuano gli sforzi diplomatici per ottenere la liberazione dei due svizzeri trattenuti in Libia e mettere fine alla crisi dei visti scoppiata tra Tripoli e i Paesi dell'area Schengen.
Stando a fonti giornalistiche a Malta, la consigliera federale Micheline Calmy-Rey, che oggi ha incontrato a Madrid il ministro degli esteri libico Noussa Khoussa, si appresterebbe a partire domani alla volta di Berlino. La Germania, a quanto sembra, svolge da tempo un ruolo di intermediario e la speranza è che la vertenza tra Berna e Tripoli possa risolversi nel giro di 48 ore.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.