Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Abdullah Kurdi, il padre del piccolo Aylan, è arrivato stamani a Kobane per seppellire la famiglia, morta nel naufragio al largo della costa turca di Bodrum nella notte di mercoledì.

L'uomo è giunto nella martoriata città curdo-siriana attraverso la frontiera turca di Suruç, accompagnato da alcuni deputati turchi dell'Akp del presidente Recep Tayyip Erdogan e del filo-curdo Hdp, tra cui Dilek Ocalan, la nipote del leader in prigione del Pkk.

È lì che darà l'ultimo saluto al figlio Aylan, il bimbo di 3 anni la cui foto sulla battigia dopo l'annegamento ha commosso e indignato il mondo. Con lui verranno seppelliti il fratellino di 5 anni, Galip, e la madre dei bambini, Rehan. "Mia sorella vive in Canada. Le autorità canadesi mi hanno chiamato per chiedermi se volevo seppellire mia moglie e i bambini in Canada, ma non ho accettato. Voglio seppellirli a Kobane", ha spiegato l'uomo.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS