Navigation

Paesi Bassi: Corte suprema, ok a eutanasia in demenza avanzata

La Corte suprema dell'Aia. KEYSTONE/AP/Mike Corder sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 22 aprile 2020 - 14:48
(Keystone-ATS)

I medici olandesi possono eseguire l'eutanasia su pazienti con grave demenza avanzata che hanno già dato il loro consenso a sottoporsi a tale procedura, anche se non sono più in grado di ribadire tale loro desiderio.

È quanto ha deciso la Corte suprema olandese che si è espressa in merito al caso di un medico. Questi era stato prosciolto dopo avere effettuato l'eutanasia su una donna di 74 anni con Alzheimer, che aveva richiesto la procedura prima che le sue condizioni peggiorassero. Il caso aveva sollevato accese polemiche nei Paesi Bassi.

I pubblici ministeri hanno quindi sottoposto il caso alla Corte suprema del Paese che si è espressa con una sentenza affermando che "un medico può onorare una richiesta scritta di eutanasia se il paziente non è più in grado di esprimere il proprio consenso a causa della demenza avanzata".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.