Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ISLAMABAD - Un commando di talebani ha attaccato alla periferia di Islamabad la notte scorsa verso la mezzanotte un convoglio di almeno 30 camion ed autobotti pronti a partire verso Peshawar con rifornimenti per le forze della Nato dispiegate in Afghanistan, distruggendo quasi tutti i veicoli e causando la morte di almeno otto persone.
Le tv pakistane hanno mostrato oggi le immagini dello spettacolare incendio e delle esplosioni causati dall'attacco del commando armato che è entrato in azione a Rawalpindi, città gemella della capitale, proprio mentre il convoglio si accingeva a partire alla volta dell'Afghanistan.
Una volta appiccato il fuoco ai veicoli e ucciso molti autisti e agenti di sicurezza, prima di fuggire i talebani hanno sparato contro le forze dell'ordine pakistane accorse sul posto, impedendo inoltre ai vigili del fuoco di spegnere le fiamme, che si sono così sviluppate per ore fino a distruggere tutti mezzi che erano stati caricati di carburante, alimentari e materiale da costruzione.
I talebani, hanno notato i media ad Islamabad, hanno spesso distrutto veicoli con materiale e carburante destinato alle forze della Nato, ma l'attacco di oggi è stato di gravità insolita, "mostrando la precarietà dei meccanismi di sicurezza esistenti in Pakistan".

SDA-ATS