Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ISLAMABAD - L'attentato realizzato oggi in Pakistan nella Provincia di Frontiera del Nord-Ovest (NWFP) ha causato la morte di sette-otto persone, fra cui, sostengono fonti della polizia locale, quattro membri stranieri di una ong, forse legata agli Stati Uniti. Lo riferisce Dawn News Tv.
La stessa emittente precisa che comunque, secondo alcuni giornalisti che si trovavano al seguito del convoglio investito dallo scoppio, alcuni morti sono loro colleghi.
Sempre secondo Dawn News Tv, la potente esplosione, forse frutto di un'autobomba, è avvenuta nel tehsil (provincia) di Blambutt, del distretto di Lower Dir, colpendo in pieno anche una scuola femminile in via di inaugurazione. Almeno tre allieve sono morte, mentre altre 80 e tre insegnanti sarebbero rimaste ferite.
La dinamica dell'attentato non è ancora chiara, ma a quanto sembra, oggi era prevista l'inaugurazione della scuola, costruita col denaro di una ong straniera. Alla cerimonia dovevano partecipare un gruppo di volontari e giornalisti stranieri, scortati da forze di polizia. Sarebbero state queste ultime l'obiettivo degli attentatori.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS