Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I talebani pachistani hanno rivendicato oggi un attentato compiuto con una moto-bomba che ha causato a Karachi almeno due morti e 40 feriti fra persone legate al Muttahida Qaumi Movement (MQM, Movimento nazionale unito di ispirazione liberale filo-occidentale).

Il vice-ispettore generale della polizia, Asif Aijaz Shaikh, ha confermato che il veicolo a due ruote è stato introdotto fra gli autobus parcheggiati nel quartiere di Aisha Manzil ed è stato poi fatto saltare con un comando a distanza.

I militanti del MQM erano giunti da varie città per partecipare ad una manifestazione politica insieme al movimento religioso anti-talebano Tehreek-e-Minhajul Quran.

In un colloquio con l'ANSA da una località sconosciuta il portavoce del Tehrek-e-Taliban Pakistan (TTP), Ihsanullah Ihsan, ha rivendicato la responsabilità dell'attacco sostenendo che "lo abbiamo fatto noi, perché abbiamo dichiarato guerra al MQM e ai suoi alleati". "Questa volta - ha concluso - si è trattato di un'operazione in scala ridotta, ma i prossimi attacchi saranno di gran lunga più importanti".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS