Navigation

Pakistan: attentato campo volley; i morti sono 99

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 gennaio 2010 - 16:21
(Keystone-ATS)

PESHAWAR - È salito a 99 il numero dei civili pachistani deceduti in seguito all'attentato compiuto da un kamikaze a bordo di un fuoristrada che, venerdì, è stato fatto saltare in aria tra gli spettatori di una partita di pallavolo in un villaggio del Pakistan nord-occidentale. Lo ha reso noto oggi la polizia.
"In tutto sono state uccise 99 persone. Ci sono 87 feriti ricoverati in tre diversi ospedali", ha dichiarato il capo del distretto di Bannu, Mohammad Ayub Khan.
L'attentato suicida non è stato rivendicato ma, secondo le autorità, il kamikaze veniva dal Waziristan del Sud, il distretto confinante dove da ottobre l'esercito pachistano sta conducendo una pesante offensiva contro i talebani. Il capo della polizia ha comunicato che "41 persone sospette sono state fermate e vengono attualmente interrogate".
Solo altri due attentati hanno causato in Pakistan un maggior numero di vittime: quello del 18 ottobre 2007 a Karachi (sud) al ritorno in patria dell'ex premier Benazir Bhutto (139 morti) e quello del 28 ottobre 2009 in un affollato mercato di Peshawar, città del nord-ovest (almeno 118 morti).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.