Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ISLAMABAD - Il Pakistan ha ordinato il blocco delle autocisterne e dei camion con rifornimenti della Nato alla frontiera con l'Afghanistan. Lo riporta il sito internet Dawn News, citando fonti ufficiali.
Il convoglio destinato alle truppe stanziate in Afghanistan è stato bloccato al valico di frontiera di Torkhan dalla polizia doganale. Secondo quanto è stato riferito da fonti giornalistiche, i funzionari non erano a conoscenza dei motivi dell'ordine giunto da Islamabad.
La notizia giunge poche ore dopo il raid compiuto con elicotteri Nato in territorio pachistano contro sospetti covi dei militanti estremisti. L'attacco, nella regione tribale di Kurram, ha ucciso alcuni soldati pachistani, secondo fonti di Islamabad che l'Alleanza atlantica deve ancora verificare.
Si tratta del secondo sconfinamento di elicotteri Nato dopo quello avvenuto la scorsa settimana, che aveva sollevato dure reazioni da parte del governo. In un comunicato, il ministero degli esteri aveva detto che l'Isaf e la Nato "non sono state autorizzare a partecipare ad nessuna operazione militare che violi il mandato dell'Onu" e che "in assenza di misure correttive immediate, il Pakistan sarà costretto a considerare alcune opzioni in risposta".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS